La protezione antincendio capitolo 2

La protezione antincendio capitolo 2

Benvenuto nella pagina iniziale per  fare una simulazione del test per l’esame sicurezza sul lavoro legge 81/08. L’obiettivo è di permettere ai corsisti di simulare i quiz per l’esame scritto.

Vengono proposte 30 domande prese a caso dal programma del Capitolo 2 La protezione antincendio:

2) LA PROTEZIONE ANTINCENDIO

misure di protezione passiva; vie di esodo, compartimentazioni, distanziamenti; attrezzature ed impianti di estinzione; sistemi di allarme; segnaletica di sicurezza; impianti elettrici di sicurezza; illuminazione di sicurezza.

Alla fine del test clicca su “Fine test” e se vuoi altre domande clicca su “Ricomincia

Results

#1. Il rilevatore di fumo a ionizzazione è sensibile al calore.

#2. La protezione passiva è l’insieme delle misure di protezione che non richiedono l’azione di un uomo o l’azionamento di un impianto.

#3. Per un efficace intervento un idrante UNI 45 deve avere caratteristiche idrauliche pari almeno a: portata = 120 l/min e pressione = 2 bar al bocchello.

#4. Gli impianti idrici antincendio non vanno tenuti privi d’acqua per evitare allagamenti o il congelamento dell’acqua.

#5. Gli estintori possono essere installati a 2 m di altezza dal pavimento.

#6. Con la sigla REI 120 si indica:

#7. Un ambiente chiuso e limitato può essere inertizzato utilizzando:

#8. La resistenza al fuoco può definirsi come l’attitudine di un elemento strutturale a conservare la stabilità, la tenuta e l’isolamento termico.

#9. Un impianto di spegnimento automatico ad acqua a secco è caratterizzato dal fatto che tutto l’impianto è permanentemente riempito di acqua.

#10. Le vie di esodo sono una misura di:

#11. La ventilazione naturale dei locali può essere ottenuta:

#12. Gli elementi che caratterizzano la resistenza a fuoco di una porta tagliafuoco sono:

#13. La compartimentazione di un edificio è la suddivisione del suo spazio interno in spazi più piccoli per mezzo di strutture resistenti al fuoco.

#14. Gli estintori e gli idranti non sono misure di protezione attiva.

#15. L'autonomia di un impianto di illuminazione di emergenza deve essere non inferiore a:

#16. Le misure di protezione attiva sono quelle finalizzate alla precoce rilevazione dell’incendio, alla segnalazione e all’azione di spegnimento dello stesso.

#17. Sono misure di protezione passiva le luci di emergenza, gli idranti, e gli evacuatori di fumo.

#18. Gli ugelli degli impianti a pioggia (sprinkler) si rompono e lasciano uscire l’acqua quando viene raggiunta una certa temperatura.

#19. La reazione al fuoco di un matriale rappresenta il suo grado di partecipazione al fuoco.

#20. È possibile depositare temporaneamente materiale sul percorso di una via d’esodo.

#21. La resistenza al fuoco può definirsi come l’attitudine di un elemento strutturale a conservare la stabilità, la tenuta e l’isolamento termico.

#22. Negli estintori il gas inerte propellente può essere l’aria.

#23. I segnali di salvataggio sono rappresentanti su cartelli aventi lo sfondo di colore verde e le figure di colore bianco.

#24. L'impianto di rilevazione automatica ha lo scopo di:

#25. Le misure di protezione attiva sono quelle finalizzate alla precoce rilevazione dell’incendio, alla segnalazione e all’azione di spegnimento dello stesso.

#26. Con il simbolo REI 45 si identifica un elemento costruttivo che deve conservare la stabilità, la tenuta e l’isolamento termico per una temperatura di 45°C.

#27. La lancia serve anche a trasformare l’energia di pressione posseduta dall’acqua in velocità.

#28. I presidi antincendio sono degli strumenti di protezione attiva.

#29. Un impianto di spegnimento automatico ad acqua a secco è caratterizzato dal fatto che tutto l’impianto è permanentemente riempito di acqua.

#30. Le misure di protezione passiva vengono studiate in fase di progetto.

Fine test

L’esame per addetto antincendio consiste in una prova scritta, ovvero un questionario di 30 domande  con risposte del tipo vero/falso e a risposta multipla.

Poi dopo aver superato la prova scritta, si passa alla prova orale, che verterà sugli argomenti trattati nel corso.

Infine una prova pratica che prevede lo spegnimento di un incendio con un estintore.

Per tutte le informazioni relative all’Esame di idoneità degli addetti antincendio vai sul sito dei Vigili del fuoco, facendo clic qui link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *