Quiz 81 08 Capitolo 1

Quiz 81 08 Capitolo 1

Capitolo 1 Quiz

Il Capitolo 1 del corso di formazione per addetti antincendio prevede i seguenti argomenti relativi all’incendio e la prevenzione incendi:

  • principi della combustione
  • le principali cause d’incendio in relazione allo specifico ambiente di lavoro
  • le sostanze estinguenti
  • i rischi alle persone ed all’ambiente
  • specifiche misure di prevenzione incendi
  • accorgimenti comportamentali per prevenire gli incendi
  • l’importanza del controllo degli ambienti di lavoro
  • l’importanza delle verifiche e delle manutenzioni sui presidi antincendio

In questa pagina puoi esercitarti rispondendo solo alle domande relative al Capitolo 1. Alla fine delle 30 domande cliccando sul pulsante “Fine test” verrai riportato in cima alla pagina dove potrai visualizzare il tuo punteggio (domande esatte su 30). E cliccando su “Ricomincia” potrai ricaricare, in modo casuale, altre 30 domande.

Risultato

Complimenti hai superato il test esame.

Mi dispiace non hai superato il test.

#1 La messa a terra di impianti, serbatoi ed altre strutture impedisce che su tali apparecchiature possa verificarsi l’accumulo di cariche elettrostatiche prodottesi per motivi di svariata natura.

#2 Le aree del luogo di lavoro che normalmente non sono frequentate da personale ed ogni area dove un incendio potrebbe svilupparsi senza preavviso, devono essere tenute libere da materiali combustibili non essenziali.

#3 Si definisce come soffocamento, ai fini dello spegnimento dell’incendio, l’allontanamento o la separazione della sostanza combustibile dal focolaio d’incendio.

#4 I vapori di benzina sono definiti comburenti.

#5 L’incendio di classe B è un incendio di metalli combustibili.

#6 La combustione è una reazione chimica che produce anche gas.

#7 Per ottenere lo spegnimento dell’incendio si deve ricorrere a uno o più dei seguenti sistemi: esaurimento del combustibile, soffocamento, raffreddamento.

#8 Durante il flash-over la temperatura dell’ambiente aumenta velocemente.

#9 Viene indicata come “fase di incendio generalizzato” quella situazione in cui il materiale partecipa nella sua totalità alla combustione.

#10 In funzione della loro densità rispetto all’aria i gas possono essere classificati come segue: gas leggero, gas pesante.

#11 La temperatura d’infiammabilità è la temperatura minima alla quale i liquidi combustibili emettono vapori in quantità tali da incendiarsi in caso d’innesco.

#12 Realizzando gli impianti elettrici a regola d’arte si consegue lo scopo di ridurre le possibilità d’incendio.

#13 Le possibili modalità d’innesco possono essere suddivise in quattro categorie: accensione diretta, accensione indiretta, attrito, autocombustione.

#14 I materiali combustibili solidi compatti se in pezzatura sufficientemente grande si accendono facilmente anche a temperature basse.

#15 Gli idrocarburi alogenati sono sostanze combustibili usate nell’industria.

#16 Si definisce come raffreddamento, ai fini dello spegnimento di un incendio, la sottrazione di calore fino ad ottenere una temperatura inferiore a quella necessaria al mantenimento della combustione.

#17 La CO2 è un gas tossico e non asfissiante.

#18 L’esplosione è il risultato di una rapida espansione di gas dovuta ad una reazione chimica di combustione.

#19 Le condizioni necessarie per avere una combustione sono: presenza del combustibile, presenza del comburente e presenza di una sorgente di calore.

#20 I gas non possiedono forma e volume proprio ma assumono quelli del recipiente che li contiene.

#21 Ai fini della loro pratica utilizzazione i gas sono sempre conservati in contenitori che ne impediscono la fuoriuscita, sino al momento della loro utilizzazione.

#22 I condotti di aspirazione di cucine, forni, seghe, molatrici, devono essere tenuti puliti con frequenza adeguata per evitare l’accumulo di grassi o polveri.

#23 Il rischio di ogni evento incidentale risulta definito da due fattori: frequenza di accadimento e la gravità delle conseguenze.

#24 Il metano è un gas leggero, cioè avente densità rispetto all’aria inferiore a 0,8 e, quando liberato in ambiente chiuso, tende a stratificare verso l’alto.

#25 Le conseguenze dell’incendio vengono ridotte attuando le misure di protezione.

#26 La sicurezza antincendio è orientata alla salvaguardia dell’incolumità delle persone ed alla tutela dei beni e dell’ambiente.

#27 L’ordine e la pulizia riducono la probabilità dell’insorgenza dell’incendio.

#28 L’ossido di carbonio (CO) sviluppato negli incendi risulta pericoloso perchè tossico del sangue .

#29 La CO2 è un gas di combustione.

#30 La sicurezza è l’attività finalizzata a rendere minimi i rischi.

Fine test

fiorentino.darco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *