Quiz 81 08 Capitolo 1

Quiz 81 08 Capitolo 1

Capitolo 1 Quiz

Per accertare l’idoneità come “Addetto antincendi”, è necessario superare un esame specifico. Gli argomenti teorici sono suddivisi in 4 capitoli, di cui una prova pratica.

Il Capitolo 1 del corso di formazione per addetti antincendio prevede i seguenti argomenti relativi all’incendio e la prevenzione incendi:

  • principi della combustione
  • le principali cause d’incendio in relazione allo specifico ambiente di lavoro
  • le sostanze estinguenti
  • i rischi alle persone ed all’ambiente
  • specifiche misure di prevenzione incendi
  • accorgimenti comportamentali per prevenire gli incendi
  • l’importanza del controllo degli ambienti di lavoro
  • l’importanza delle verifiche e delle manutenzioni sui presidi antincendio

In questa pagina puoi esercitarti rispondendo solo alle domande relative al Capitolo 1. Alla fine delle 30 domande cliccando sul pulsante “Fine test” verrai riportato in cima alla pagina dove potrai visualizzare il tuo punteggio (domande esatte su 30). E cliccando su “Ricomincia” potrai ricaricare, in modo casuale, altre 30 domande.

Results

Complimenti hai superato il test esame.

Mi dispiace non hai superato il test.

#1. Il grado di porosità del materiale non è uno dei parametri che influenza la combustione delle sostanze solide.

#2. Gli interventi di manutenzione su impianti e macchine sono misure di prevenzione incendi.

#3. Le possibili modalità d’innesco possono essere suddivise in quattro categorie: accensione diretta, accensione indiretta, attrito, autocombustione.

#4. La separazione del comburente dal combustibile o la riduzione della concentrazione di comburente in aria viene definita come soffocamento ai fini dello spegnimento di un incendio.

#5. I combustibili possono presentarsi sia allo stato solido che liquido che gassoso.

#6. In un liquido infiammabile tanto più è bassa la temperatura d’infiammabilità tanto prima si ha la possibilità che si formino vapori in quantità tale da essere incendiati.

#7. Una combustione di vapori infiammabili può propagarsi a velocità elevata causando una esplosione.

#8. L’incendio di classe B è un incendio di metalli combustibili.

#9. Il GPL è un gas avente densità rispetto all’aria inferiore a 0,8.

#10. I rifiuti non devono essere depositati, neanche in via temporanea, lungo le vie di esodo o dove possono entrare in contatto con sorgenti d’ignizione.

#11. La schiuma è un materiale:

#12. La temperatura di infiammabilità è il valore più elevato di temperatura che è possibile raggiungere in un liquido infiammabile.

#13. L'ogiva delle bombole contenenti ossigeno è colorata in:

#14. Le misure di prevenzione incendi sono finalizzate alla riduzione della probabilità di accadimento di un incendio.

#15. Nell’evoluzione dell’incendio si possono individuare quattro fasi caratteristiche: fase d’ignizione, fase di propagazione, incendio generalizzato, estinzione e raffreddamento.

#16. L’utilizzo degli idrocarburi alogenati è stato recentemente limitato da disposizioni legislative emanate per la protezione della fascia di ozono stratosferico. v

#17. L'acqua come agente estinguente è consigliata per incendi di:

#18. Gli estintori ad idrocarburi alogenati agiscono principalmente per:

#19. La sicurezza antincendio è orientata alla salvaguardia dell’incolumità delle persone ed alla tutela dei beni e dell’ambiente.

#20. L’uso della schiuma è controindicato negli incendi di classe C D E .

#21. Un gas più pesante dell’aria quando liberato dal proprio contenitore tende a stratificare ed a permanere nella parte bassa dell’ambiente ovvero a penetrare in cunicoli o aperture praticate a livello del piano di calpestio.

#22. I gas in funzione delle modalità di stoccaggio possono essere classificati come segue: gas compressi, gas liquefatti, gas refrigerati, gas disciolti.

#23. Delle seguenti coppie di grandezze fisiche quella che compare nel diagramma che descrive l'andamento di un incendio è:

#24. Realizzando gli impianti elettrici a regola d’arte si consegue lo scopo di ridurre le possibilità d’incendio.

#25. La messa a terra di impianti, serbatoi ed altre strutture impedisce che su tali apparecchiature possa verificarsi l’accumulo di cariche elettrostatiche prodottesi per motivi di svariata natura.

#26. L’acqua quale agente estinguente è consigliato per incendi di apparecchiature elettriche.

#27. Le aree del luogo di lavoro che normalmente non sono frequentate da personale ed ogni area dove un incendio potrebbe svilupparsi senza preavviso, devono essere tenute libere da materiali combustibili non essenziali.

#28. Il metano essendo più leggero dell’aria si disperde verso l’alto.

#29. Si parla di autocombustione quando senza alcun apporto dall’esterno (innesco), una sostanza combustibile si accende a seguito di una reazione di ossidazione, inizialmente lenta, con successivo graduale aumento della temperatura.

#30. La CO2 estingue per soffocamento e raffreddamento.

Fine test

L’esame per addetto antincendio consiste in una prova scritta, ovvero un questionario di 30 domande  con risposte del tipo vero/falso e a risposta multipla.

Poi dopo aver superato la prova scritta, si passa alla prova orale, che verterà sugli argomenti trattati nel corso.

Infine una prova pratica che prevede lo spegnimento di un incendio con un estintore.

Per tutte le informazioni relative all’Esame di idoneità degli addetti antincendio vai sul sito dei Vigili del fuoco, facendo clic qui link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *